homepage gallerie mostre rassegna stampa profilo contatti  
profilo
Elio Bona è nato a milano nel 1939, ha studiato presso il Liceo Artistico di Brera e si è laureato in architettura al Politecnico di Milano nel 1965.
Vive a Castano Primo in provincia di Milano dove svolge la professione di architetto affiancata all’attività artistica di cui in questo sito web si dà una rapida panoramica. È autore di innumerevoli opere, principalmente eseguite con la tecnica dell’acquerello, senza mai abbandonare altre forme di espressione come la pittura ad olio o l’illustrazione a penna o a matita.
"Nel presentare questo sito web lascio volentieri a visitatori e critici il compito di interpretare le opere esposte, quanto a me preferisco occuparmi del come e del perché. Olio, tempera, china o pastelli, qualsiasi cosa permetta di disegnare e colorare per me va bene: dipingere è un'urgenza che non può essere condizionata da una tecnica ma, al pubblico, propongo volentieri solo gli acquerelli, che mi stanno dando molte soddisfazioni. L'aquerello è "difficile", come tutti sanno, perché non ammette ripensamenti e tuttavia questa sua qualità peculiare, invece di aumentarne il valore, è spesso assimilata al concetto riduttivo di esecuzione veloce e quindi buona al massimo per studi o bozzetti mentre, a mio parere, è una tecnica non solo completa ma anche esaltante nel senso che, casomai, costringe o a pensare prima o ad essere in uno stato dii grazia tale da non necessitare ripensamento alcuno. […] il colore è dato una sola volta annacquandolo, caricandolo o modificandolo man mano che il pennello va riempiendo gli spazi individuati da un accenno di matita, controllando quindi che asciughi addensandosi alcune zone piuttosto che in altre, ovvero che si stenda uniforme o che si arricchisca di sfumature diverse. […] I miei acquerelli sono tutti eseguiti dal vero non per rappresentarlo davvero, non per descriverlo e nemmeno per suggerirlo, ma solo per esprimere il desiderio che ogni luogo, ogni particolare raffigurato sia davvero così e così rimanga per sempre e che la somma dei miei luoghi e di quei particolari diventi il mondo.

E dentro ogni mio dipinto c'è l'insegnamento di mio padre, grafico e artista quant'altri mai, creatore di stupende ariosissime impaginazioni delle quali, prima di tutto, sottolineava con entusiasmo la prepotente presenza del bianco che sapeva rendere padrone e protagonista della pagina e quel bianco, che nei suoi libri definiva, distribuiva e giocava con testo e immagini, è rimasto in me fino a diventare un segno distintivo della mia pittura e cerco anch'io di farlo cantare offrendolo perché faccia sognare e perché ognuno possa riempirlo con le sue emozioni."
www.eliobona.com by